Prossimo Evento

L’Associazione

Atargatis è un’associazione culturale volontaria, di tutela ambientale ed escursionismo.

Continua

Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per essere sempre aggiornato sugli eventi che saranno organizzati.

Iscriviti

Brochure 2017

Lago Vivo e Grotta dello Schievo

Scritto da Marco Tarantino.

La conca di Lago Vivo {focus_keyword} Lago Vivo e Grotta dello Schievo P1090295

La conca di Lago Vivo

Questa escursione permette di raggiungere Lago Vivo e di ammirare la suggestiva Grotta dello Schievo. Attraverso il Sentiero K3 infatti, il cammino procede per la Val Porcile, in cui scorre il Rio Torto, di cui si incontrano le sorgenti; successivamente, discostandosi lungo una variante, si ammirano delle splendide cascate; proseguendo, si incontra la Grotta dello Schievo, da cui pure sgorga una bellissima cataratta. Ovviamente, la spettacolarità del percorso dipende molto dalla stagione in cui viene effettuato il cammino: in primavera, dopo lo scioglimento delle nevi, il torrente romba di acqua e le cascate sono ricche e meravigliose; nella stagione secca il ruscello potrebbe essere privo di acqua, sebbene la foresta attraversata dal sentiero sia di per sé un elemento di indubbia bellezza ed attrazione. Il percorso è lungo e a tratti impegnativo, ma presenta numerosi elementi di spettacolarità. La difficoltà è aumentata dalla presenza di tratti relativamente lunghi su sentieri non segnati.

Ugualmente, come noto, l’andamento del livello di Lago Vivo risente molto della stagione e della copiosità o meno della neve caduta durante l’inverno. Spesso lo specchio d’acqua ha più la conformazione di uno stagno: ciò non toglie niente allo splendore della conca in cui è situato, coronata da monti come il Petroso, l’Altare, il Tartaro, tra i più alti del Parco.

L’escursione inizia in corrispondenza di una curva sulla S. S. 83 Marsicana, al Valico di Barrea: da una sterrata originano i Sentieri K2, K3 e K4: ci si tiene sul percorso centrale ad imboccare il K3. Si tratta inizialmente di una comoda sterrata che, ad una radura incrocia il Sentiero L2: da qui si inizia a costeggiare il Rio Torto, proseguendo sulla destra e lasciandosi sulla sinistra l’L2 con il suo ponticello di legno che varca il ruscello. Da qui in poi il K3 diviene un tipico sentiero di foresta con fondo spesso “imbottito” di foglie secche; il ruscello è sempre presente sulla sinistra del tracciato, con spettacolari cascatelle. Dopo poco, per ammirare le cascate e dirigersi alla Grotta, occorre percorrere una “variante” del K3, che inizialmente costeggia quest’ultimo, e successivamente si inerpica con decisione sul fianco del Serrone, un plateau che sfiora quota 1800, e che alla sua base è molto ripido e roccioso. Da questo momento, in effetti, il sentiero, finora in lieve pendenza, sale con pendenza marcata, talvolta con serie di tornantini. Il ruscello presenta varie altre cascatelle, fino a quella principale, su cui si allunga il sentiero con una lieve deviazione. Un salto spettacolare, di varie decine di metri, una vera e propria meraviglia immersa nel bosco.

Il cammino prosegue e si inerpica, fino ad arrivare sotto un grande sperone roccioso, anche questo molto bello; con una svolta e una lieve discesa raggiunge la Grotta dello Schievo. Si tratta di un antro nelle rocce, molto grande e spettacolare. E’ possibile entrare al suo interno per ammirare, se la stagione è quella giusta, uno stupendo salto di acqua.

Si riprende il cammino, continuando la salita. Il sentiero aggira la muraglia di rocce alla base del Serrone; in una sorta di breccia si riesce infine a raggiungere la parte sommitale delle rocce che precedentemente si vedevano dal basso: termina la salita e ci si ritrova sull’altopiano che prelude all’arrivo a Lago Vivo. Si prosegue ora in terreno relativamente pianeggiante, con vari lievi saliscendi nei quali si possono anche riscontrare inghiottitoi e altre formazioni carsiche. A questo punto, si passa al Sentiero K4 mediante un sentiero di raccordo. Raggiunto il K4, si svolta a sinistra e si percorre la breve discesa che conduce alla conca di Lago Vivo passando davanti alla Fonte degli Uccelli. Non c’è bisogno di descrivere la bellezza di questo altopiano a quasi 1600 m di quota, che racchiude l’unico specchio d’acqua naturale del Parco. Molti, arrivando quassù, e trovando uno stagno invece di un vero e proprio lago, restano delusi lì per lì: in realtà, l’aspetto mutevole del Lago a seconda delle nevicate e delle piogge è una delle meraviglie di questo angolo di Appennino.

Si inizia il ritorno risalendo per il K4 e continuando poi a percorrerlo fino al Valico di Barrea. Praticamente, il K4 in questo tratto si svolge sulla parte sommitale di quel baluardo roccioso dalla cui base si è saliti in precedenza. Il sentiero è interamente immerso nel bosco, con un’atmosfera bellissima, arricchita da formazioni rocciose singolari ed insolite. Dopo poco, una lieve deviazione verso destra permette di affacciarsi su delle stupende terrazze naturali che danno sulla Val Porcile e sulle formazioni montuose antistanti; se si è fortunati si possono anche osservare dei camosci al pascolo.

Si riprende in discesa, con delle belle vedute del Lago della Montagna Spaccata in basso, per poi raggiungere il tratto finale del sentiero, molto simile ad una sterrata e giungere al Valico di Barrea.

Elevation Profile {focus_keyword} Lago Vivo e Grotta dello Schievo chart cht lc chls 5 0 0 chf c ls 90 CCCCCC 0
mappa

Itinerario

K3; successivamente variante per la Grotta dello Schievo; raccordo (cosiddetto “K5”); K4; Lago Vivo; ritorno interamente sul K4 fino al Valico di Barrea

Difficoltà

E+

Dislivello

535 m

Tempo totale

7 ore circa (a seconda delle pause)

[nggallery id=107]

Tags: , , , , , , , , ,

Calendario Eventi

<< Nov 2017 >>
lmmgvsd
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Contattaci

Associazione Atargatis
Via del Carpino, snc
04026 - Minturno (LT)
Tel. 0771.663101

Anna Molisso: anna@atargatis.info
Barbara Fustolo: barbara@atargatis.info
Claudio Maggiarra: claudio@atargatis.info
Giovanni Macrino: giovanni@atargatis.info
Maria Civita Sinapi: mariacivita@atargatis.info
Rita D'Ettore: rita@atargatis.info

Accesso Amministratori