Prossimo Evento

L’Associazione

Atargatis è un’associazione culturale volontaria, di tutela ambientale ed escursionismo.

Continua

Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per essere sempre aggiornato sugli eventi che saranno organizzati.

Iscriviti

Brochure 2017

Il Vallone Lacerno

Scritto da Marco Tarantino.

Il Vallone Lacerno è uno stupendo canyon sul versante laziale dei Monti Marsicani, appena al di fuori dei confini del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, sulle alture del paese di Campoli Appennino. Si tratta di wilderness pura là dove meno te lo aspetti, per una discesa spettacolare che, se il livello dell’acqua lo permette, porta fino ad una meravigliosa cascata nel profondo della gola, detta “Cuccetto del Demonio”.

Dato l’ambiente particolare, è innanzitutto necessario evitare le stagioni più piovose o, comunque i periodi o i momenti in cui il torrente potrebbe avere una portata d’acqua tale da rendere impossibile o pericolosa l’escursione.

L’acqua del torrente Lacerno è sempre freddissima, anche in piena estate. Inoltre, soprattutto nella parte più interna del canyon, c’è sempre molta umidità. Anche in estate, è quindi buona norma avere sempre un guscio impermeabile da utilizzare per l’evenienza.

Il luogo è, a parere di escursionisti esperti, un’attrazione di rilevanza nazionale ed internazionale, che richiama appassionati da tutta Italia: meriterebbe forse migliore manutenzione nel sentiero e maggiore pubblicità tra gli appassionati. Ovviamente, l’itinerario non offre panorami, prati o larghi spazi, ma è di sicuro interesse e divertimento per ogni escursionista. La discesa avviene abbastanza rapidamente, su percorso impervio e alquanto assolato, che entra ed esce dalla macchia ricca di ginepri (attenzione agli aculei!), e che, man mano che scende, penetra in una vegetazione gradualmente più fitta, mentre il rombo dell’acqua si fa sempre più chiaro.

Alla base del vallone si può fare il cambio di calzature, mettere al sicuro la macchina fotografica, e iniziare la parte “anfibia” dell’escursione: il sentiero entra ed esce dal torrente, attraversandolo e guadandolo più volte. E’ sempre ben evidente e necessita in alcuni casi di attenzione nell’attraversamento, causa corrente impetuosa, profondità dell’acqua e scivolosità delle pietre. Vari microclimi si succedono, con tratti più asciutti dove il carpino si mischia all’acero. Le pareti si avvicinano sempre più l’una all’altra, per poi distaccarsi e avvicinarsi nuovamente. Questo fino al tratto finale, dove, all’interno del canyon, si fa quasi buio e aumenta la sensazione di freddo dovuta al pulviscolo e all’umidità. Siamo vicini al “Cuccetto del Demonio”, splendida cascata, dell’altezza di quasi 10 metri: si supera una curva all’interno della gola, cercando di mantenere l’equilibrio sui massi o sui tronchi di legno; oppure immergendosi fino alla vita nell’acqua gelida. Le pareti sono distanti non più di un paio di metri, la luce penetra con difficoltà. Ma la cascata (con ben poco di demoniaco!) è dietro l’ultima guglia: uno spettacolo incomparabile della natura, un vero e proprio gioiello!

Itinerario Dal tornante più in basso della S. P. 96 al Cuccetto del Demonio, per sentiero evidente.
Difficoltà E
Dislivello Circa 200 m
Tempo a/r Circa 4 ore 1/2

Elevation Profile {focus_keyword} Il Vallone Lacerno chart cht lc chls 5 0 0 chf c ls 90 CCCCCC 0
Mappa 

Tags: , , , , ,

Calendario Eventi

<< Nov 2017 >>
lmmgvsd
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Contattaci

Associazione Atargatis
Via del Carpino, snc
04026 - Minturno (LT)
Tel. 0771.663101

Anna Molisso: anna@atargatis.info
Barbara Fustolo: barbara@atargatis.info
Claudio Maggiarra: claudio@atargatis.info
Giovanni Macrino: giovanni@atargatis.info
Maria Civita Sinapi: mariacivita@atargatis.info
Rita D'Ettore: rita@atargatis.info

Accesso Amministratori