Prossimo Evento

L’Associazione

Atargatis è un’associazione culturale volontaria, di tutela ambientale ed escursionismo.

Continua

Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per essere sempre aggiornato sugli eventi che saranno organizzati.

Iscriviti

Brochure 2017

Da Campo Catino a Peschio delle Ciavole

Scritto da Marco Tarantino.

Campo Catino è una delle stazioni sciistiche più importanti del Lazio, ma anche un’importante base per escursioni sui Monti Ernici, dato lo snodo di sentieri che si diparte da qui attraverso l’altopiano e che permette di raggiungere varie vette, alcune delle quali molto panoramiche, senza neanche sobbarcarsi dislivelli esagerati.

Con la neve il paesaggio è incantato e, man mano che ci si allontana dalla confusione della stazione sciistica, ci si può sbizzarrire combinando vari sentieri e vari scenari, cosa che è permessa dal fondo reso uniforme dal manto nevoso.

Partendo da Campo Catino, quota 1800 circa, attraverso il Sentiero 651/601, e attraverso la gobba di Monte Vermicano (1948 m), l’escursione permette già di far spaziare lo sguardo sul versante meridionale, verso le colline ciociare. Da qui si devia in basso, seguendo la direttrice del Sentiero 602. Il cammino procede con vari saliscendi, attraversando radure e boschi, al cospetto della grande cresta che porta fino al Monte Crepacuore.

Ripiegando, si punta alla Fonte del Pozzotello, in prossimità della quale c’è anche un rifugio. Ci si trova qui in una bella gola, stretta tra il Peschio delle Cornacchie e il Peschio delle Ciavole. Alcuni di noi hanno puntato con decisione a quest’ultima vetta, di 1959 m, per gustare la veduta sulla Val Roveto, ossia sul versante abruzzese. Dalla Fonte del Pozzotello alla vetta il dislivello, preso di petto, è deciso: ma la ricompensa vale ampiamente lo sforzo (e poi, se non c’è un po’ di fatica in montagna, dov’è il divertimento?). Dal Peschio delle Ciavole si vede chiaramente tutta la dorsale che porta al Crepacuore e poi al Femmina Morta e, in basso, la Val Roveto, attraverso cui scorre il Liri prima di entrare in territorio laziale.

Il rientro avviene passando di nuovo per la Fonte del Pozzotello e per l’omonima Sella, nuovamente lungo il Sentiero 601, per poi giungere a Campo Catino.

Itinerario Da Campo Catino per il 601/651; poi per il 602; Fonte del Pozzotello, Serra Pozzotello per Campo Catino.
Difficoltà EAI
Dislivello Salita totale: 677 m; Discesa totale: 686 m.Quota minima: 1790 m; quota massima: 1971 m
Tempo totale 4 1/2 ore circa 

Elevation Profile {focus_keyword} Da Campo Catino a Peschio delle Ciavole chart cht lc chls 5 0 0 chf c ls 90 CCCCCC 0
Mappa

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Prossimi Eventi

Calendario Eventi

<< Giu 2017 >>
lmmgvsd
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Contattaci

Associazione Atargatis
Via del Carpino, snc
04026 - Minturno (LT)
Tel. 0771.663101

Anna Molisso: anna@atargatis.info
Barbara Fustolo: barbara@atargatis.info
Claudio Maggiarra: claudio@atargatis.info
Giovanni Macrino: giovanni@atargatis.info
Maria Civita Sinapi: mariacivita@atargatis.info
Rita D'Ettore: rita@atargatis.info

Accesso Amministratori